L’introduzione di sistemi IoT a favore dell’agricoltura per contribuire alla trasformazione 4.0

L’agricoltura 4.0 è un’importante protagonista del processo di trasformazione digitale che prevede l’impiego di differenti tecnologie per migliorare le prestazioni e i processi decisionali. L’innovazione tecnologica si presenta infatti come una leva strategica per garantire maggiore competitività.

Il settore agricolo necessita sempre di più del supporto di una tecnologia avanzata per effettuare una corretta gestione delle risorse idriche per ridurre i costi, consentire il controllo intelligente del territorio, garantire processi ecosostenibili e per mitigare i danni derivanti dai cambiamenti climatici che impattano negativamente sui sistemi agroalimentari.

Per accelerare questo cambiamento, la transizione digitale nell’agricoltura è oggi supportata da benefici fiscali per investire nell’acquisizione di beni indispensabili per l’efficientamento della produzione, la gestione dei costi e delle risorse ambientali, il monitoraggio e l’automazione di asset e macchinari.

Campo in lavorazione
Agricoltura e Credito d’Imposta

La Legge di Bilancio 2021 (L. 178/2020), in conformità al Piano Nazionale Impresa 4.0, prevede agevolazioni fiscali per le imprese, con l’obiettivo di incentivare le aziende a compiere nuovi investimenti in beni strumentali nuovi, ordinari e soprattutto in tecnologia 4.0. Il periodo di validità per poter usufruire di tale legge va dal 16/11/2020 fino al 31/12/2022.

I beneficiari del credito d’imposta sono tutte le imprese agricole del territorio nazionale, vale a dire contoterzisti, imprese agricole e individuali, che si avvalgono del regime forfettario.

Gli investimenti ammessi alle agevolazioni possono essere di tre categorie:

  • Beni materiali nuovi generici. Investimenti in beni materiali nuovi generici, con l’eccezione di veicoli, autovetture, fabbricati e costruzioni, con credito del 6% fino a massimo 2 milioni di euro.
  • Beni strumentali materiali nuovi generici. Si tratta di tutti quei beni che possono essere considerati “altamente qualificanti” in base all’attività svolta. Per questa categoria di investimenti è richiesta anche “l’interconnessione” alla rete aziendale. Con un credito del 40% fino a un massimo di 2,5 milioni di euro.
  • Software di varie tipologie. Si intendono investimenti in beni immateriali ad esclusione dei software che servono per il funzionamento della macchina (che di regola rientrano nell’elenco precedente), con credito del 15% fino a massimo 700mila euro.
Applicazioni IoT in agricoltura: le soluzioni Urbana

Urbana ha implementato la soluzione Agricolture IoT Suite che rende disponibili una serie di funzionalità specifiche per le aziende agricole.

La soluzione è stata realizzata con la tecnologia LoRaWAN® (Long Range Wide Area Network) lo standard open-source de-facto che definisce il relativo protocollo di comunicazione. L’esigenza di affidarsi a reti che coprono lunghe distanze, idonee a implementare ottimi livelli di immunità alle interferenze accogliendo un elevato numero di dispositivi connessi, nasce dall’esigenza di creare infrastrutture stabili, durature nel tempo, a consumi ridotti, generando sistemi IoT su ampia scala.

Una tecnologia che quindi ben si adatta all’ambiente agricolo, essendo LoRaWAN® flessibile, sicura e adattabile a molteplici contesti.

Agricoltura
Monitoraggio delle piantagioni

Con agricoltura di precisione si intende una serie di strumenti che costituiscono una soluzione volta a supportare le attività di campo, ad esempio i sistemi di monitoraggio, controllo di mezzi, attrezzature e macchinari connessi.

La soluzione Urbana per quest’area rende possibile la verifica dei parametri ambientali, considerati indicatori diretti dello stato di salute della piantagione. Tra i principali parametri vi sono il rilevamento dell’umidità dell’aria​, la temperatura, l’intensità del vento, i parametri del terreno e il livello di irrigazione fondamentale per una corretta fotosintesi.

Grazie alla puntuale raccolta di dati in tempo reale, analisi affidabili e dispositivi connessi è possibile ottimizzare e implementare i processi di efficientamento. In questo modo gli agricoltori possono rispondere alle mutevoli condizioni ambientali, monitorando in tempo reale la salute delle colture e le condizioni del suolo

Automazione dell’irrigazione

Date le problematiche di siccità e inondazioni che caratterizzano alcune regioni italiane in determinati periodo dell’anno, una corretta irrigazione e un’adeguata distribuzione dell’acqua nei terreni sono importanti affinché le piantagioni dispongano del corretto apporto nutritivo.

I sensori di umidità del suolo, collegati in modalità wireless, consentono agli agricoltori di migliorare la pianificazione, la gestione e la distribuzione del sistema di irrigazione attraverso misurazioni capillari dell’umidità del suolo, ottenendo una maggiore resa e un minor consumo di acqua.​

Le sonde sono facilmente spostabili in base alle esigenze del campo grazie alla connettività wireless LoRaWAN® e sono costruite con materiali robusti e a tenuta stagna, pensati per essere inseriti nel terreno. Queste caratteristiche li rendono adatti a ogni tipologia di terreno, compresa l’argilla, il terriccio argilloso, l’argilla salina, la sabbia e la torba.

Irrigazione
Tracciabilità della filiera

Per valorizzare e proteggere le produzioni Made in Italy, le coltivazioni biologiche, attribuendo validità alle certificazioni riconosciute, un attento e preciso controllo della filiera inizia dalla verifica della qualità del prodotto e dall’ambiente in cui si sviluppa. ​

La soluzione Agricolture IoT Suite consente di tracciare e certificare le filiere biologiche e le colture di qualità. Questo dà la possibilità agli agricoltori di differenziare in modo semplice la qualità dei loro prodotti, tutelando le diverse denominazione di origine e di processo. ​

Grazie all‘assegnazione di un codice identificativo univoco a ciascun prodotto è possibile, attraverso la piattaforma Urbana e le relative applicazioni mobili, tracciare l’intero ciclo di vita, dalle condizioni in cui la materia prima è stata prodotta, alle fasi di lavorazione, fino al punto vendita. ​

La piattaforma può raccogliere e storicizzare tutte le informazioni essenziali del prodotto, come ad esempio le condizioni climatiche e di inquinamento relative al periodo di crescita, gli istanti temporali delle fasi di lavorazione e stoccaggio, il trasporto presso i centri di smistamento per concludersi con la vendita al dettaglio.

L’importanza dei dati

Ciascuna delle soluzioni relative l’agricoltura presentano un elemento comune: dati precisi e in tempo reale per un attento monitoraggio delle attività.

Tutte le informazioni rilevate, attraverso le soluzioni IoT che Urbana ha implementato, consentono di arricchire il patrimonio aziendale, costruendo nel tempo un archivio dettagliato. I dati opportunamente gestiti e analizzati rappresentano un utile strumento di supporto alle decisioni, consentono di attivare processi di miglioramento continuo misurando i vantaggi dell’automazione suggerendo nuovi e interessanti scenari di business e servizi a valore aggiunto.

Per citare un esempio, il monitoraggio del raccolto conciliato con l’analisi dei dati storici consente di prevedere l’andamento dello stato di salute della piantagione con la conseguente stima dell’output produttivo.

Il valore di Urbana

Il connubio fra produttività e sostenibilità è favorito da un ecosistema integrato di tecnologie e soluzioni per consentire alle aziende agricole di monitorare e controllare i processi.

Urbana IoT Platform e le competenze tecnologiche sull’architettura wireless ad alta affidabilità sono in grado di supportare le aziende agricole nell’integrazione dei processi tecnologici per garantire maggiore efficienza produttiva e qualitativa, riducendo i costi, minimizzando gli impatti ambientali.

Sara O.

About Sara O.

Leave a Reply